Proprieta della pianta Zafferanone coltivato in medicina popolare (Carthamus tinctorius L. )

Utilizzo e proprietà curative della pianta Zafferanone coltivato

La medicina popolare utilizzava i semi di questa pianta per trattare gli stati infiammatori del fegato.I fiori venivano usati nel trattamento di malattie esantematiche.

Di questa pianta,i fiori vengono anche usati per la loro spiccata proprietà coloranti. Serve ai pittori e alla preparazione artigianale di un colore decisamente rosso e viene impiegato per ravvivare la tinta di liquori, bibite, sciroppi.
L’olio contenuto nei semi di Zafferanone coltivato è molto amaro, ed esercita una buona funzione purgativa e dopo un’opportuna depurazione,per renderlo gradevole al palato, viene consigliato alle persone che seguono una dieta priva di grassi animali e povera di quelli vegetali.L’uso di olio essenziale viene raccomandato agli obesi, ai cardiopatici e a quanti denunciano fenomeni di arteriosclerosi.L’olio ottenuto da questa pianta abbssa il livello del colesterolo.

Si usa la parte terminale del capolino.
I principi attivi contenuti in questa pianta sono la cartamina e neocartamina che sono dei coloranti flavonici,proteine,fibre, calcio,potassio,ferro,tiamina,riboflavina,niacina.

Osservazioni e Curiosità della pianta Zafferanone coltivato

La direttiva del Ministero della Salute (Dicembre 2010), consente di inserire negli integratori alimentari le sostanze e gli estratti vegetali di questa pianta,in particolare cita flos, semen, oleum.
Riferimento per gli effetti : flos,per la regolarità del ciclo mestruale; contrasto dei disturbi del ciclo mestruale. Regolarità del processo di sudorazione.
semen,per la regolarità del transito intestinale.

Questa pianta veniva usata dagli antichi Egizi per tingere le bende delle mummie.

Il Carthamus tinctorius è tenuto in considerazione per alcuni suoi costituenti di interesse farmaceutico come i glucidi, lipidi, protidi, vitamina C, cellulosa, un olio incluso fra i grassi insaturi, con azione anti-colesterolo.


Il primo a descrivere e a classificare la specie fu Carl von Linné (Linneo),il padre della moderna classificazione biologica e scientifica degli organismi viventi, così come la conosciamo oggi.

Descrizione Botanica e profilo pianta Zafferanone coltivato

Il Carthamus tinctorius,o Zafferanone coltivato, è una pianta annuale, alta da 20 a 60 centimetri, con foglie di forma ovale allungata, spinose, verde chiaro con lievi maculature gialle, ricche di vitamina C.

I fiori molto piccoli di colore giallo-arancione, e sono riuniti in capolino a corolla gamopetala, ovario infero. Nel capolino, i fiori sono uguali, ermafroditi, con corolla regolare tubulosa. .

Sono circondati da vistose brattee che terminano con filamenti a ciglia. I petali sono utilizzati come sostitutivo dello zafferano, oppure per colorare stoffe, produrre cosmetici o ricavarne la cartamina, usata dai pittori.
Appartiene alla famiglia delle ASTERACEAE

Habitat Zafferanone coltivato

Pianta di origini Africane e Orientali,viene coltivata come pianta annuale per estrarre dalle corolle la cartamina che è un colorante per i cibi dal sapore che ricorda un po’ quello dello zafferano. Fiorisce da Luglio a Settembre.

Nomi comuni dello Zafferanone coltivato

Zafferanone coltivato
Zafferano bastardo

Tassonomia biologica e Sistematica
Classificazione del Zafferanone coltivato

Regno: Plantae
Divisione: Magnoliophyta
Classe: Magnoliopsida
Ordine: Asterales
Famiglia: Asteraceae
Genere: Carthamus
Specie: Carthamus tinctorius

Origine e appartenenza Biologica dello Zafferanone coltivato nel 
Sistema Raunkiaer

Forma biologica: T – scap (Terofita scaposa):
Terofite (simbolo T),cioè sono quelle piante erbacee annauli che superano la stagione avversa sotto forma di seme.
Scaposa (simbolo Scap):sono quelle piante con fusto eretto il più delle volte privo di foglie.

Distribuzione geografica dello Zafferanone coltivato

Fitogeografia corologica:L’origine di questa pianta resta ancora ignota.

× Ciao, come posso aiutarti