Quali sono le proprietà della Cichorium intybus – Radicchio selvatico

Proprietà medicinali

Le proprietà medicinali attribuite alla Cichorium intybus sono :

  • amaricanti
  • digestive
  • coleretiche
  • depurative
  • diuretiche
  • leggermente sedative

Utilizzo e proprietà curative della pianta

La medicina popolare utilizzava le radici e le foglie con il Decotto o Tintura vinosa,come depurativo per l’organismo,e le foglie in Infuso come rinfrescante, emolliente.

In erboriteria viene utilizzata come stimolante l’appetito,digestione difficile,regolatrice intestinale, tonico epatico,stimolare la produzione dei succhi gastrici,colon irritabile.

Utilizzata nei rimedi Omeopatici,in caso di mancanza di energia,generale senso di pesantezza,mal di testa,peso allo stomaco, stitichezza o diarrea.

Nei rimedi di Bach viene utilizzato un rimedio ricavato con la solarizzazione per le persone troppo possessive ed egoiste.

Questa pianta contiene come principi attivi inulina, principi amari, sali minerali (nelle radici), acido dicaffeiltartarico (nelle foglie).

Osservazioni e Curiosità

La direttiva del Ministero della Salute (dicembre 2010), consente di inserire negli integratori alimentari le sostanze e gli estratti vegetali di questa pianta in particolare cita summitas, radix.
Riferimento per gli effetti : radix,per la funzionalità digestiva ed epatobiliare. Drenaggio dei liquidi corporei e funzionalità delle vie urinarie. Regolarità del transito intestinale; normale volume e consistenza delle feci.Prebiotico: equilibrio della flora intestinale.
Summitas,per la funzione digestiva.

Pianta citata nei tempi antichi sia da Plinio che Galeno.

Galeno descriveva questa pianta come amica del fegato e non contraria allo stomaco.

Pianta citata,per le sue proprietà curative, 4.000 anni fa nel papiro egizio Papiro di Ebers

Il medico e botanico Castore Durante nel Rinascimento la consigliava alle donne con mammelle flosce,perchè sembra che consumando il succo della pianta il seno tornasse bello e turgido.

Anticamente veniva utilizzata nelle partiche magiche perchè si credeva che la radice fosse in grado di rendere invisibile.
Nel linguaggio dei fiori rappresenta la temperanza e la frugalità.

Nei soggetti sensibili può causare dermatite da contatto.

Il primo a descrivere e a classificare la specie fu Carl von Linné (Linneo),il padre della moderna classificazione biologica e scientifica degli organismi viventi, così come la conosciamo oggi.

Descrizione Botanica e profilo pianta

La Cichorium Intybus è una pianta perenne, di aspetto erbaceo, eretto, ramosa con fusti ispidi, flessuosi,con ramosità divaricata,alti sino a 150 cm.

La radice porta una rosetta basale di foglie picciolate, lobate e pelose,pennatifide con margini roncinati.Le foglie cauline sono sessili con margine dentato.

I fiori sono capolini ascellari avvolti da brattee cigliate; quelle esterne sono corte ed ovali mentre le interne oblunghe, lanceolate e dritte. Tutti i fiori sono ligulati di un colore azzurro intenso,raramente sono bianchi o rosa. I fiori si chiudono nel pomeriggio e con il brutto tempo.

I frutti sono acheni ovoidali angolosi di color sabbia.
Appartiene alla famiglia delle
ASTERACEAE

Habitat

Nel nostro paese è piuttosto comune.Vegeta negli incolti,nei prati,lungo i margini delle starde.

Nomi comuni

Radicchio selvatico
Cicoria matta

Tassonomia biologica e Sistematica
Classificazione

Regno: Plantae
Divisione: Magnoliophyta
Classe: Magnoliopsida
Ordine: Asterales
Famiglia: Asteraceae
Genere: Cichorium
Specie: Cichorium intybus

Origine e appartenenza Biologica
Sistema Raunkiaer

Forma biologica: H – scap (Emicriptofita scaposa):
sono le Emicriptofite (simbolo H),cioè pianta erbecea con ciclo vitale annuale o biennale con gemme svernanti a livello del suolo protette da una lettiera o dalle neve.

Scaposa (simbolo Scap):piante che hanno un’asse fiorale eretto ed il più delle volte privo di foglie.

Distribuzione geografica

Fitogeografia corologica:Paleotemperate :
piante con areale che si estende dalle zone Eurasiatiche fino al Nord Africa.