LE AMENORREE

Amenorrea significa “mancanza di mestruazioni”.

IPERMENORREA = mestruazioni abbondanti nella quantità

IPOMENORREA = mestruazioni scarse nella quantità

MENORRAGIA = mestruazioni abbondanti nella durata (più di 7-8 giorni)

POLIMENORREA = mestruazioni frequenti, con ciclo ovarico inferiore a 28 giorni

OLIGOMENORREA = mestruazioni poco frequenti, con ciclo ovarico superiore a 32 giorni

METRORRAGIA = perdita ematica fra un ciclo mestruale e l’altro

AMENORREA FISIOLOGICA

– infanzia

– gravidanza

– allattamento

– menopausa

AMENORREA PATOLOGICA

PRIMARIA: amenorrea in donna che non ha mai avuto il ciclo mestruale

SECONDARIA: amenorrea in donna che ha già avuto ciclo mestruale e che poi è scomparso

PRIMARIA

Cause genitali:

– criptomenorrea = presenza di imene imperforato che non permette la fuoriuscita di sangue

– malformazioni uterine o della cervice:

1) uteroagenesi

2) sinechie uterine

3) stenosi cervicale, ecc.

Cause extragenitali:

– alterazioni ipotalamiche

– alterazioni ipofisarie: ipopituitarismo, ecc.

– sindrome di Turner = detta anche “monosomia X” per il fatto che chi ne soffre sono individui con cariotipo 45 X e non 46XX. Per questa ragione sono solo femmine e sterili, poiché le ovaie sono malformate e non riescono a produrre ovociti

– sindrome di Morris = o “sindrome da insensibilità agli androgeni”. Chi ne soffre sono individui con cariotipo 46XY e quindi cromosomicamente maschi, ma a causa dell’insensibilità agli androgeni sviluppano caratteristiche femminili e perciò fenotipicamente appaiono come femmine

– disturbi della tiroide

– galattosemia = incapacità di metabolizzare il galattosio

– emocromatosi = malattia genetica caratterizzata dall’aumento di assorbimento del ferro, che si accumula in diversi organi fra cui anche le ghiandole endocrine

– gravi stati di denutrizione e ipovitaminosi

– gravi anemie

– forte sottopeso

– malattie infettive croniche

– stress emotivo o fisico (es. eccessiva attività fisica)

Terapia

– chirurgica nel caso di malformazioni genitali

– somministrazione di FSH e LH o estrogeni e progesterone nelle anomalie extragenitali, oppure risoluzione della causa scatenante

SECONDARIA

Cause genitali:

– isterectomia/ ovariectomia

– castrazione farmacologica o con raggi X per motivi oncologici

– endometrite tubercolare

– insufficienza ovarica precoce

Cause extra-genitali:

– distrofia adiposo-genitale da alterazioni ipotalamo-ipofisarie

– tumori ipofisari

– disturbi della tiroide

– morbo di Cushing

– morbo di Addison = ipocortisolismo o insufficienza surrenalica cronica

– morbo di Simmonds = ipopituitarismo con deficit dell’ipofisi anteriore producente fattori di stimolazione per l’ovaio (FSH e LH)

– ipovitaminosi o denutrizione

– anoressia nervosa

– stress emotivo

– grave anemia

– sindrome dell’ ovaio policistico

– climaterio = periodo di tempo precedente la menopausa in cui le gonadi iniziano ad atrofizzarsi

– alterazione del ritmo sonno-veglia

– malattie infettive

– tumori virilizzanti (es. tumori surrenalici)

– farmaci

Terapia

Consiste nella cura mirata della patologia alla base del disturbo.