Cos’è addome acuto: cause, sintomi e assistenza infermieristica – linee Guida

cause addome acuto

Per “addome acuto” si intende la manifestazione improvvisa di sintomi a carico dell’addome. Questi sintomi (addome acuto sintomi) possono essere espressione di numerose patologie a carico dell’addome, della pelvi e del torace, molte potenzialmente mortali, pertanto è importante riuscire a distinguerle già in base all’esame obiettivo.

cause addome acuto

Cosa occorre valutare e quali sono le cause di addome acuto:

– anamnesi e valutazione addome acuto assistenza infermieristica:

  • età e sesso del paziente
  • presenza di dolore
  • tipo di dolore, intensità del dolore
  • sede del dolore e irradiazione
  • insorgenza del dolore
  • posizioni antalgiche
  • posizione che aggravano il dolore

presenza di altri sintomi: vomito, nausea, svenimento (lipotimia), occlusione intestinale, anoressia, ecc. possono valutare per i sintomi di addome acuto assistenza infermieristica

precedente comparsa di tali sintomi generalmente corrisponde a delle cause di addome acuto: 

anamnesi farmacologica

informazioni sul ciclo mestruale

– esame obiettivo

– manovre palpatorie

– esami di laboratorio:

  • emocromo con formula
  • glicemia
  • creatinemia e azotemia
  • bilirubina ed enzimi epatici
  • amilasemia
  • elettroliti
  • esame delle urine

– esami strumentali:

1) RX

2) ecografia

3) TAC

4) esofagogastroduodenoscopia

5) colonscopia

6) laparotomia

Cause di addome acuto più probabili

1) colica = spasmo della muscolatura liscia di un organo.

Caratteristiche riferite dal paziente:

– dolore violento e senza posizione antalgica.

– vomito

– occlusione intestinale

– svenimento (lipotimia, in realtà, cioè caduta senza perdita di coscienza)

Organi interessati generalmente idicano dolore acuto addome sinistro:

Dolore ai quadranti addominali inferiori:

– intestino

– utero e tube

– uretere

Dolore in ipocondrio destro:

– vie biliari

– colecisti

Anche il rene è interessato dalla colica, ma non simula un addome acuto.

2) infarto del miocardio = dolore in epigastrio accompagnato a intensa sudorazione e sensazione di morte imminente. Dolore presente anche al torace, al braccio sinistro e a volte alla mandibola e alle spalle. Può associarsi a pirosi (bruciore) che non regredisce con l’uso di antipiretici.

3) pancreatite acuta = dolore “a cintura” o localizzato in sede mesogastrica

4) peritonite = infiammazione del peritoneo caratterizzata da dolore esacerbato dalla tosse e shock.

Palpazione:

– evoca dolore

– addome “a tavola”

Auscultazione:

– silenzio auscultatorio

5) gravidanza ectopica

6) ulcera peptica (gastrica o duodenale) = dolore “a pugnalata” nei quadranti superiori

7) rottura di organo:

– milza = in seguito a traumi, può essere associato a ematoma visibile

– aorta, aneurisma dissecante = pulsazione addominale in presenza di aneurisma

8) appendicite = dolore nel punto di Mc Burney con segno dello psoas positivo

9) diverticolite = alterazioni dell’alvo associate

10) colecistite o calcolosi = più frequente in donna che presenta le 4 F:

– female (donna)

– fourty (sulla quarantina)

– fat (grassa)

– fair (piacente)

11) salpingite

12) ernia strozzata

13) ostruzione intestinale = gonfiore addominale e dolore con episodi acuti alternati a benessere

14) perforazione intestinale

15) morbo di Chron o colite ulcerosa = associata a perdite fecali con o senza sangue

16) polmonite = si associa a dispnea