a cosa serve l’apparato cardiocircolatorio

APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO

Ti avrai mai posto almeno una volta qualche domanda come:

  • a cosa serve apparato circolatorio?
  • che cosa significa apparato circolatorio chiuso?
  • come funziona l’apparato cardiocircolatorio?
  • da cosa è costituito l’apparato cardiocircolatorio?
  • da cosa è formato l’apparato cardiocircolatorio?
  • da cosa è composto l’apparato cardiocircolatorio?
  • siamo fatti così apparato cardiocircolatorio?
  • siamo fatti così l’apparato cardiocircolatorio?
  • apparato cardiocircolatorio è costituito da…?
  • cos è l apparato cardiocircolatorio?

ebbene sei arrivato nel posto giusto

APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO

Questa pagina comprende tutti appunti a pagamento (25 centesimi di euro a pagina). Si presenta dunque la prima pagina di ogni argomento per far capire di cosa si tratta. Chi fosse interessato all’argomento completo, può fare richiesta tramite e-mail (vai a CONTATTI). L’invio dei file è tramite posta elettronica, senza quindi alcuna spesa di spedizione.

1) Malattie infiammatorie del muscolo cardiaco (miocarditi, endocarditi)

L’APPUNTO TRATTA I SEGUENTI TEMI:

– MIOCARDITI INFETTIVE

– MIOCARDITI AUTOIMMUNI

– MIOCARDITI IDIOPATICHE

– LE ENDOCARDITI ACUTE, SUB-ACUTE

– GERMI RESPONSABILI

– CRITERI DI DUKE PER LA DIAGNOSI

– ANATOMIA DELL’ENDOCARDIO

Clicca sull’immagine sottostante per ingrandirla.

2) Scompenso cardiaco

L’APPUNTO TRATTA I SEGUENTI TEMI:

– AUMENTO DELLE DIMENSIONI DEL CUORE (IPERPLASIA ECCENTRICA E CONCENTRICA)

– ALTRI TIPI DI IPERPLASIA

– SCOMPENSO DEL CUORE SINISTRO, SCOMPENSO DEL CUORE DESTRO E DIFFERENZE TRA I DUE, SINTOMATOLOGIA DI ENTRAMBI GLI SCOMPENSI

– CENNI SUI FENOMENI DI ADATTAMENTO E DI COMPENSO

Clicca sull’immagine sottostante per ingrandirla.

GUARDA ANCHE “TERAPIA DELLO SCOMPENSO CARDIACO” NELLA SEZIONE DI “CARDIOLOGIA”.

3) Le vasculiti

L’APPUNTO TRATTA I SEGUENTI TEMI:

– VASCULITI DEI GRANDI VASI:

1) ARTERITE A CELLULE GIGANTI DI HORTON

2) ARTERITE DI TAKAYASU

– VASCULITI DEI VASI MEDI:

1) POLIARTERITE NODOSA

2) MALATTIA DI KAWASAKI

– VASCULITI DEI PICCOLI VASI:

1) GRANULOMATOSI DI WEGENER

2) POLIANGIOITI MICROSCOPICHE

8 pagine totali = 2,00 euro

Clicca sull’immagine sottostante per ingrandirla.

VAI ANCHE SU “VASCULITI” NELLA SEZIONE DI “REUMATOLOGIA” PER AVERE INFORMAZIONI SULL’ARGOMENTO.

L’apparato circolatorio è quel tipo particolare di apparato che ha la funzione di trasportare il sangue dal cuore ai tessuti e dai tessuti al cuore, per essere riossigenato dai polmoni e reimmesso in circolo nuovamente.

Gli organi adibiti a questa funzione di trasporto sono i VASI SANGUIGNI che si dividono in:
– ARTERIE: trasportano il sangue ossigenato dal cuore alla periferia
– VENE: trasportano il sangue carico di CO2 proveniente dalla periferia al cuore

L’apparato circolatorio, in realtà, si divide in:

– SANGUIGNO = trasporta sangue

– LINFATICO = trasporta linfa

Quest’ultimo non sarà però oggetto della trattazione.

A differenza dei vasi linfatici, i vasi sanguigni hanno un organo pompa costituito dal CUORE che è responsabile della quantità di flusso, della ritmicità e della velocità del sangue mmesso nei vasi sanguigni.

CUORE

E’ un organo toracico, costituito da 4 camere: 2 atri (superiormente) e 2 ventricoli (inferiormente). Abbiamo perciò:

– 1 atrio destro e 1 ventricolo destro

– 1 atrio sinistro e 1 ventricolo sinistro

Atri e ventricoli sono separati da SETTI:

– SETTO ATRIOVENTRICOLARE

– SETTO INTERATRIALE

– SETTO INTERVENTRICOLARE

L’atrio e il suo ventricolo sottostante comunicano fra di loro grazie a delle valvole:

– BICUSPIDE o MITRALE = tra atrio sinistro e ventricolo sinistro

– TRICUSPIDE = tra atrio destro e ventricolo destro

La faccia superiore del cuore è la BASE, mentre la punta è l’APICE cardiaco.

E’ un organo costituito da tessuto MUSCOLARE STRIATO di tipo particolare, che si chiama CARDIACO perché pur essendo striato è responsabile di contrazione INVOLONTARIA.

SISTOLE = contrazione cardiaca

DIASTOLE = rilasciamento cardiaco

Il battito è generato attraverso cellule PACEMAKER che si trovano lungo la parete cardiaca.

ARTERIE

Sono molto resistenti grazie al grande contenuto di fibre collagene ed elastiche, in modo da poter sopportare grandi pressioni di sangue al loro interno. Lungo il loro decorso, diventano sempre più piccole dando origine alle ARTERIOLE e poi ai CAPILLARI, i quali permettono gli scambi tra il lume dei vasi sanguigni e i tessuti.

VENE

Sono vasi più sottili e deboli, dotati di grande capacità di espansione e questo permette loro di fungere anche da deposito di sangue. Originano dopo capillari sotto forma di VENULE e diventano sempre più grandi man mano che dalla periferia tornano al cuore.

CIRCOLAZIONE

Prima di accennarvi di
a cosa serve la circolazione sanguigna vediamo assieme come si divide:

– GRANDE CIRCOLAZIONE o SISTEMICA

– PICCOLA CIRCOLAZIONE o POLMONARE

La grande circolazione inizia nel VENTRICOLO SINISTRO: la sistole del ventricolo immette sangue carico di O2 nell’ AORTA, che è la più grossa arteria del corpo umano. L’immissione di sangue avviene attraverso una valvola SEMILUNARE chiamata AORTICA.

Il sangue circola in tutti gli organi e tessuti fino a che, attraverso i capillari, viene immesso nelle VENE. Il sangue che scorre nelle vene è carico di CO2 perché i tessuti estraggono dal sangue arterioso O2 e nutrienti, mentre immettono nelle vene CO2 e tossine derivanti dal loro metabolismo.

Le vene confluiscono nelle VENE CAVE, divise in SUPERIORE (drena la parte superiore del corpo) e INFERIORE (drena la parte inferiore del corpo) che si reimmettono nel cuore, precisamente nell’ ATRIO DESTRO. La contrazione dell’atrio destro apre la valvola TRICUSPIDE immettendo sangue nel vetricolo destro. Dal ventricolo destro, il sangue venoso viene pompato nella PICCOLA CIRCOLAZIONE, cioè nella circolazione polmonare, per essere riossigenato.

La circolazione polmonare parte dalle ARTERIE POLMONARI, in cui il sangue venoso viene immesso dal ventricolo destro grazie a una valvola anch’essa SEMILUNARE come nel caso dell’aorta, ma chiamata POLMONARE.

Il polmone riossigena il sangue e poi lo reimmette nella GRANDE CIRCOLAZIONE attraverso le VENE POLMONARI. Attenzione! Nelle arterie polmonari scorre sangue ricco di CO2 e nelle vene polmonari sangue ricco di O2, a differenza delle vene e arterie della grande circolazione! Il termine “arterie” e “vene” è utilizzato per indicare la direzione del flusso sanguigno: dal cuore alla perfieria (arterie polmonari) e dalla periferia al cuore (vene polmonari).

Le vene polmonari immettono sangue ossigenato nell’ ATRIO SINISTRO che si contrae facendo passare il sangue al VENTRICOLO SINISTRO. Da qui ricomincerà il ciclo immettendo sangue nell’aorta.

I vasi sanguigni sono organi CAVI costituiti da più strati. Dal più interno al più esterno sono presenti:

– TONACA INTIMA= è costituita dall’ ENDOTELIO e dalla LAMINA PROPRIA. L’endotelio è lo strato più interno, costituito da cellule appiattite e fortemente stipate fra di loro che assorbe le sostanze nutritive, le quali si depositano nella lamina propria.

– TONACA MEDIA = è lo strato intermedio e la sua composizione varia da vaso sanguigno a vaso sanguigno: nelle arterie è ricca di fibre elastiche, addirittura di tessuto muscolare nell’aorta.

– TONACA AVVENTIZIA = è ricca di vasi sanguigni chiamati VASA VASORUM che servono a nutrire i vasi sanguigni stessi. E’ lo strato più esterno, ricco di tessuto connettivo.